Iniziano i lavori al progetto dell’hotel Park & Casino

hotel casinoL’ultima cosa che i visitatori vogliono fare dopo una giornata piena di gioco d’azzardo, corse dal vivo e concerti al Pollino Park e Casino è andare a casa. Presto non dovranno più farlo, visto che è stato approvato un progetto di 7 milioni di euro che porterà a un hotel a tema cowboy di quattro piani e con 78 camere.
Il sindaco di Pollino ha acclamato il progetto nel sud della regione Basilicata come una nuova era di speranza per la comunità.
Ha detto: “Ai miei occhi, sarà un progetto catalizzatore per lo sviluppo in questo particolare settore, perché non solo si avrà l’opportunità di visitare il casinò, ma anche di soggiornare a Pollino Park e una volta qui, si potrà godere di altre cose che offriamo, come riserva naturale, la cantina dall’altra parte, il Monte Cristo vinerie, e i sentieri per fare un po’ di bird watching, come ha riportato da Rai3.
Gli arredamenti su misura dell’Hotel Pollino Park presenteranno anche un’ampia hall e, per completare la vista delle montagne, caminetti fronte-retro. Il progetto è stato riportato per la prima volta nel giugno 2015 dall’agenzia di stampa e ai tempi prometteva di essere il primo di una serie di nuove imprese entro i limiti del casino, così come il passo seguente nello sviluppo di un quartiere di svago nella zona. I clienti da Potenza e Matera hanno incoraggiato l’idea dicendo che avrebbero scambiato il loro viaggio di ritorno a casa con dei comodi alloggi, secondo il General Manager del paro del Pollino.
L’anno scorso, la società sperava di iniziare i lavori sull’espansione entro agosto 2015, ma che non è accaduto. A quei tempi, il piano era già da un anno in lavorazione, secondo Ethan Linder, direttore del marketing per il casino. La donazione del terreno da parte di Stan Fulton, che voleva che il parco diventasse più un’area da resort, ha reso possibile l’espansione.
La costruzione è iniziata in pista nel 1956 ed è stata aperta nel 1959. Nel 1999 è arrivato il casino, ha detto Linder. L’impianto esistente ha forti legami con la comunità ed è stato il catalizzatore per l’espansione, per portare avanti il progetto è stata data molta assistenza.