5 dei più grandi parchi e forestali nazionali nei film

I parchi nazionali e le foreste hanno fornito lo sfondo per decine, se non centinaia di film nel corso degli anni. Da pianeti lontani ai covi dell’Old West, i nostri grandi paesaggi americani hanno giocato ogni ruolo immaginabile. I registi spesso apprezzano queste terre a causa del loro carattere non sviluppato. Le infrastrutture dall’uomo come fili elettrici non devono essere modificati per essere tolti. Oltre a fornire gli americani aria pulita, acqua fresca e ricreazione di alto livello, i nostri parchi e le foreste nazionali portano anche lampi di bellezza rustica e realismo al cinema. Per celebrare queste terre selvagge americane, presentiamo alcuni delle più importanti presenze in film moderni di parchi e foreste nazionali.

parchi e cinema1. Star Wars, Una Nuova Speranza (1977)

Uno dei film di maggior successo di tutti i tempi, Star Wars non sarebbe completo senza riprese dalla Valle della Morte. Mentre George Lucas aveva selezionato la Tunisia come sede per la maggior parte delle scene nel deserto e sul pianeta polveroso di Luke Skywalker, Tatooine, ha girato molte altre scene nella Valle della Morte. Ricordate il battibecco tra R2D2 e CP30 su Tatooine? Quella scena è a Mesquite Flats nella foto qui sotto. Altre scene nella Valle della Morte includono R2D2 rapito dai Jawa, alcune delle scene del Raider Tusken e la scena Sandscrawler. I fan più scatenati possono fare un tour auto-guidato, ma se ti avventuri nel deserto, ricorda di portare tanta di acqua in più.

2. ET, l’Extra-Terrestre (1982)

Chi può dimenticare le scene boscose del classico film di Steven Spielberg che ritrae con tenerezza l’amicizia tra il ragazzo Elliot (Henry Thomas) e un goffo guardando alieno. Queste scene di sequoie erano tutti girato all’interno e vicino il Redwood National Park il State Park.
Altri film girati ai Redwood National Park e State Park: Star Wars Episodio IV: Il ritorno dello Jedi; Il mondo perduto, Jurassic Park; Outbreak con Dustin Hoffman e Rene Russo.

3. Indiana Jones e l’ultima crociata (1989)

L’Arches National Park vicino Moab è stata presentato nella sequenza d’apertura del terzo film di Indiana Jones. Se si ha familiarità con il terreno, si possono riconoscere alcuni marcatori di terra mentre giovane Indy (River Phoenix) esplora il deserto come un boy scout. È proprio nell’Arches che Indiana incontra un gruppo di poco di buono con la Croce di Coronado. Guardando con attenzione mentre Indy esce dalla grotta, si vedrà l’area intorno Double Arch. Come si può immaginare, le terre aspre intorno Arches e Moab hanno svolto un ruolo importante in decine di film.

4. The Shining, (1980)

Le scene di questo raccapricciante spettacolo di Jack Nicholson mostrano Jack Torrance guidare per la Going to the Sun Road a Glacier. Alcune riprese dall’alto sono state girate anche attorno a Mary Lake e sulla going to the Sun Road. Ma in realtà, il presunto Stanley Hotel infestato che ha ispirato il libro originale di Stephen King si trova a Estes Park, a due passi dal Rocky Mountain National Park in Colorado. Si noti che Glacier National Park fa parte della Corona del continente, uno degli ecosistemi più intatti d’America.

5. Rocky IV (1985)

Il film che più ha incassato narrando le vicende di Rocky Balboa (Sylvester Stallone) contro la sua nemesi sovietica Ivan Drago (Dolf Lundgren). Una volta in Russia, Rocky mette in mostra la sua forza in una scena d’allenamento nella campagna siberiana, dimostrando ancora una volta che l’esercizio in natura supera qualsiasi palestra high-tech (soprattutto quando si corre nella profonda neve, con slitte di legno trainate da cani incluse nel pacchetto). Ma stiamo divagando. Il punto è che le scene nella rustica campagna russa sono in realtà state girate nell Wyoming Jackson Hole, mentre molti degli scatti panoramici esterni sono stati girati al Grand Teton National Park.